Chi siamo

Bernardo Moranduzzo, nato a Firenze 29 anni fa. Archeologo “in pensione”.
Ultimamente dice di fare il restauratore in realtà si divincola tra facchino muratore e imbianchino senza saper fare nessuno dei tre mestieri. Braccino corto (tirchio), permaloso quanto mai uno scorpione lo può essere e testardo come un mulo.
A 15 anni inizia a pedalare e non smette più. Arrampica tutto ciò che si trova nei dintorni.

Marcella Stermieri, modenese, 29 anni, lavora in campo sociale a volte come dipendente più spesso come utente.
Sconclusionata, pigra e dormigliona. Si autodefinisce viaggiatrice incallita, in realtà la sua verve anarchica e il suo scarso senso dell’orientamento l’hanno costretta a lungo in paesi sperduti e lontani come il Messico.

Sul Monte Cusna

Marcella e Bernardo si sono conosciuti nel sud dell’Irlanda nel 2005 e da allora pedalano e camminano insieme forti della loro curiosità feroce, quasi una fame da mal di pancia.
Un duo amalgamato dai loro difetti, che si mescolano ad arte.
Bernardo, detto Berna o Bè (dipende dagli idiomi) parla qualsiasi lingua raccatti tra le sue papille gustative, ma non capisce una parola.
Marcella, o Martella (a seconda di quanto sia agitata o in tonalità caparbia) non riesce a pronunciare un vocabolo straniero, pur provandoci disperatamente, ma capta e traduce all’istante tutto ciò che le ronza tra le orecchie.