…e nel frattempo… le Apuane

TransApuanikA

Bici per il momento appese al chiodo; tanto s’avrà da pedalare e parecchio nei prossimi mesi a venire.

A piedi abbiamo attraversto le Alpi Apuane, l’Alta Via.  Sessantotto chilometri di scarponate!

da Monzone (Lunigiana) a Casoli (Versilia, Camaiorense):

Viareggio in preda al caos di un lunedì mattina qualsiasi e frenetico.  In macchina con la scassatissima Opel Kadet a zizagare tra le pozzanghere con un vetro che non torna più su e un tergicristallo che non fa il suo dovere.
Posteggiare la macchina è un’impresa da matti, divieti ovunque..

Tre treni ed una signora gallese. Valige pesanti e nubi cariche sopra la schiena del treno.
Monzone: scopro troppo tardi, o, forse, troppo presto, che la cinghia di destra  del mio zaino è quasi completamente andata, scucita.AltaViaApuane09 094
Monzone Alto è un paesino d’alrti tempi; piazzette arroccate, dove bambini s’inventano giochi.  Anziane signore battezzano le tue scarpe e ti raccontano di alpeggi lontani nel tempo.
Si scarpona, pesanti, nel bosco. Primi cenni di palèo, l’antica e scivolosa erba apuanica.
Rifugio Città di Carrara, all’improvviso spunta fuori Gianni, il gestore del rifugio: “Come va?”
“Mah.. si vivacchia!”
Con il mare in sottofondo e la costa toscana che tira la coperta a quella ligure.

Un bosco di abeti affacciati sulla Versilia e su Bocca di Magra. Scarponiamo in cresta tra il mare ed i monti. Pranziamo sopra una foce (forcella) immersi nel verde tra insetti di ogni tipo, formiche enormi e mordaci ortiche giganti. Il palèo nasconde ogni cosa tra i suoi ciuffi d’erba che tanto assomigliano ai capelli di Marcella.

AltaViaApuane09 098

Nevai enormi, ciclopici. Calpestiamo i lacci al Monte Contrario, ci inerpichiamo a toccare le suole lisce del Monte Cavallo. Ancora nevai da brividi, fino al discusso Passo della Focolaccia, 1650 metri di marmo. Marmo discussissimo. Qui si cava dagli anni ’50 ed il passo si è abbassato di 30 metri.
Lo zaino pesa maledettamente e sempre di più; ad addolcire gli occhi una strada romana perfettamente conservata.
Ultime rampe, piante di lamponi si inerpicano tra i miei polpacci, fino ai fianchi; al Passo Sella (1500mt.) mi getto a terra, naufrago del mio peso, che mi schiaccia le scapole.
Scendiamo tutta la nostra fatica per uno stradone enorme e bianco di marmo; uno stradone da cavatori anarchici. Cave tutto intorno, uno spettacolo disumano.

AltaViaApuane09 029

Rifugio Puliti: si stende i cenci, si mangia. Notte illuminata dalla luna, case in costruzione, uan panchina in direzione dell’Altissimo ed un grufolare di cinghiali.

Monte Freddone, lo aggiriamo tra boschi fitti, fino a posare i nostri piedi nudi sopra l’alpeggio di Puntato. Pranziamo tra il sole a 1000 metri con la benedizione di Corchia e Pania. Pranziamo alla Baita il Robbio, nonostante un cane vetusto come il suo abbaiare scorticato. un alpeggio incredibile, verdissimo; sole e raffiche di AltaViaApuane09 002vento. Miloni di orti, piante e fiori ovunque. Fragoline di bosco, patate e basilico. Il cane abbaia.

Quando la luce tende a calare passeggiamo fino al Passo dell’Alpino. Sul versante opposto emergono il Procinto, che proietta la sua ombra di matita sul Nona. Il Forato li osserva, placido.
Il sole si abbassa e getta la sua luce ambrata sui pendii della Pania della Croce.

AltaViaApuane09 086

Costeggiamo l’altro versante della Pania; gruppi di mufloni curiosano sopra le nostre teste. Per pratoni smontiamo dalla Regina delle Apuane (Pania della Croce) che oggi non si è fatta notare, coperta tra  la nebbia.
A Casoli ci accolgono i miei genitori. Una terrazza, quattro prosecchi, ciliege ed  una forma, enorme, di pecorino.
Qualche metro più in basso, a Viareggio, riprendiamo l’Opel scassata. Stanchissimi ed impregnati di Apuane.

Domani sarà la sabbia, sarà il mare, saranno i pranzi orgiastici di mia madre…

Trackback URL

, , , , , , , , , , , , ,

8 Commenti per "…e nel frattempo… le Apuane"

  1. ubaldo
    06/07/2009 @ 13:19 | Permalink |

    splendido sito con dididascalie scritte da provocare emozioni.

    ti seguirò con tutto il mio spirito di avventura!!!

    baci uba

  2. paolo
    15/07/2009 @ 19:30 | Permalink |

    dai dai, che si avvicina la partenza!

  3. luca
    16/07/2009 @ 22:11 | Permalink |

    ma se non sei buono a sostituire la catena di una bici,sei proprio sicuro di affrontare un simile viaggio? mi sento quasi di dire che te la cavi meglio con la verniciatura…,ed è tutto un dire!!
    ma dove lavorate per maturare così tante ferie?
    grandi ragazzi siamo tutti con voi!!!!!

  4. La Vale
    01/08/2009 @ 16:12 | Permalink |

    Ciao belli, ma come fate?Ribadisco alla Marcy, Bernardo personal trainer!!!!Ma i vostri piedi e fondelli non urlano mai pietà?!!Un bacione grande dai rossi veneziani!!!

  5. roberta (robbi)
    05/08/2009 @ 18:43 | Permalink |

    Sono affascinata dalla vostra avventura,ma com mamma sono preoccupata.Un progetto importante.ma ce la farete sicuramente.In gamba!!!!!!!!!!!! Un abbraccio grande grande

  6. Montse
    17/09/2009 @ 16:39 | Permalink |

    no me entero de nada porqeu todo esta en Italiano,…pero que sepais que me dais envidia, y se os ve felices en viestras fotos,….nosotros tambien empezamos nuestra Gran Aventura a principios del 2010,…latinoamerica va a ser,…
    os deseo lo mejor,
    no os olvideis de mi,
    besitos desde “la puta” Irlanda!
    montse

  7. Bernardo
    20/09/2009 @ 19:43 | Permalink |

    Hola Montse, que tal???
    imposible es olvidarte, claro!!!
    Que tengas mucha suerte para tu Gran Aventura en latinoamerica.

    Perdon!! para todos este italiano…

    berna

  8. Marcella
    22/09/2009 @ 21:09 | Permalink |

    Montsee!!! Mi compi! Tienes razon, no hay ni una palabra en espanol tampoco en ingles…estos italianos…muy mal, muy mal…pero bueno por lo meno hay fotos ;) Asi que te vas de viaje tu tambien! Super compi! Esto me da mucho gusto. Hay que seguir en contacto… de un continente al otro! Ojala un dia vamos a quedar en el mismo…por el momento parece muy dificil…pero bueno…a ver que onda! Hasta siempre! Muchos pero muchos besitos

Ciao Anonimo, lascia un commento:

Tag XHTML permessi nei commenti:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Feed RSS per i Commenti