Ritorno a Fontanacornia

PIETRA DI BISMANTOVA
SPIGOLO DI FONTANACORNIA
V+

Fa un caldo maledetto e noi lì a ravanare per un dirupo scosceso.
Il Fungo è un riferimento costante e scalcinato.

Dopo esserci persi vari volte all’interno della foresta bismantoviana riusciamo a trovare l’attacco della via.

Il caldo ci assale, roccia rotta e brevi passi di strapiombo ci mettono subito in difficoltà sul primo tiro.

Una sosta inventata poco prima di quella vera e propria con catena.

Marcella cerca di scrollarsi di dosso la ruggine del climber.

Il secondo tiro è micidiale, di una bellezza mozzafiato, aereo, tutto sullo spigolo, un poco strapiombante ed in grande esposizione.

Le ottime prese sono una benedizione, ci si aggrappa alla calcarenite bismantoviana con fiducia.

In cima è un sospirone di sollievo e festa grande per il ritorno della climber alla roccia.

Sul sentiero notiamo la maisonette per cinciallegre (novità bismantoviana).

Al rifugio la festa prosegue a ritmo di gnocco fritto e prosciutto cotto (la sete ci perseguiterà fino al mattino successivo!)

Trackback URL

, , , , , , ,

Non ci sono Commenti per "Ritorno a Fontanacornia"

Ciao Anonimo, lascia un commento:

Tag XHTML permessi nei commenti:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Feed RSS per i Commenti